“I VAJONT” DIVENTA PROGETTO SCOLASTICO SE NE PARLA A LICATA SABATO 18 FEBBRAIO

Nasce il progetto scolastico  “I Vajont”. Lo comunica lo Sportello Amianto Nazionale che si occuperà della distribuzione sociale del film inchiesta delle registe Maura Crudeli e Lucia Vastano pluripremiato a livello internazionale.

I Vajont prodotto con il contributo di Medicina Democratica e AIEA ( Associazione Italiana Esposti Amianto ) per volere delle registe entrerà a fare parte del progetto “Sinbad Republic – Dove la cultura fa comunità” un nuovo modo di comunicare il territorio e dare voce alle associazioni.

Fabrizio Protti Sportello Amianto Nazionale

Credo che questa produzione cinematografica rappresenti senza troppe ipocrisie un tracciato di un sistema Italiano che deve essere sconfitto per garantire un futuro migliore ai nostri figli” ha dichiarato il presidente dello Sportello Amianto Nazionale Fabrizio Protti che continua ” Perciò ci siamo presi l’impegno come Sportello Amianto Nazionale di occuparci della distribuzione sociale del Film Inchiesta, trasformandolo in uno spunto per un progetto scolastico di riflessione e condivisione con i ragazzi di tutta Italia” .

Lo Sportello Amianto Nazionale ha così inviato una comunicazione formale al protocollo di ogni Istituto scolastico Italiano. Sono partite 12.300 Raccomandate Elettroniche Istituzionali ad altrettanti istituti che propongono un progetto scolastico formativo articolato nella proiezione del Film I Vajont seguito da un momento di riflessione e condivisione con gli studenti.

Salvatore Nania CNA

Occasione della presentazione del progetto scolastico in Sicilia sarà la presenza del Presidente del Coordinamento Nazionale Amianto Salvatore Nania e del Presidente dello Sportello Amianto Nazionale all’incontro : “SPECULAZIONI MAFIOSE SULL’AMBIENTE : IL CASO AMIANTO” organizzato dall’Associazione centro 3P Padre Pino Puglisi e patrocinato dal comune di Licata , che si terrà Sabato 18 Febbraio alle ore 10 al Teatro RE della cittadina Siciliana.

Un importante momento di dibattito che contestualizza una realtà importante ed impattante che merita un cambiamento e che I Vajont fotografano in maniera cruda. Noi combattiamo per la formazione e l’informazione come bene primario per sconfiggere l’indifferenza che ammala il mondo” conclude Protti.

I commenti sono chiusi.